Gdf sequestra tre immobili di lusso a Milano per 12 mln di euro

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 4 feb. (askanews) - I finanzieri del Comando Provinciale di Milano hanno sequestrato tre immobili di lusso in centro città per un valore complessivo di circa 12 milioni di euro e un credito bancario di oltre 3 milioni di euro, in esecuzione di un provvedimento di sequestro preventivo d'urgenza emesso dalla Procura di Milano.

All'origine del sequestro, la bancarotta fraudolenta di una società, attiva nel settore immobiliare a Milano, la Santa Marinella Sas, dichiarata fallita, insieme alla sua socia accomandataria, Nicoletta Elisa Altieri, a gennaio 2019, che, a partire dal 2010, aveva accumulato un ingente passivo fallimentare, anche nei confronti dell'Erario.

Poco prima del fallimento, la Altieri aveva prelevato dai conti correnti societari oltre 1,2 milioni di euro e aveva formalmente intestato diversi immobili di pregio nel "Quadrilatero della moda" in favore di una società anonima di diritto lussemburghese, poi risultata riconducibile alla stessa attraverso un trust. Infine, per sottrarre parte del patrimonio all'attivo fallimentare, in prossimità del fallimento, l'indagata ha riconosciuto un credito privilegiato di rilevante importo nei confronti di una banca elvetica, con ipoteca volontaria sugli immobili, dove erano stati conseguentemente messi all'asta, al termine di un'operazione che rischiava di causare la loro definitiva fuoriuscita dal patrimonio dell'indagata e che ha richiesto l'intervento dell'Autorità Giudiziaria.

L'obiettivo di queste operazioni era l'occultamento di parte del patrimonio della fallita, che ha determinato una riduzione del suo patrimonio, in danno dei creditori della società e personali della sua socia accomandataria.