Gdo, solo 6,2% prodotti alimentari ha confezioni 100% riciclabili

Lzp
·2 minuto per la lettura

Milano, 18 nov. (askanews) - Secondo uno studio dell'Osservatorio Immagino di GS1 Italy soltanto il 6,2% dei prodotti alimentari nella Gdo ha un packaging completamente riciclabile e solo il 25,4% riporta in etichetta le informazioni necessarie su come smaltire correttamente la confezione. Questo significa che il 74,6% dei prodotti non riporta alcuna informazione. Carenze che rappresentano un enorme problema per l'ambiente: il peso del packaging determinato dagli acquisti di prodotti di largo consumo degli italiani nel 2019 ammonta infatti a quasi 3 milioni di tonnellate. Il futuro però appare più roseo: un'indagine di Markets and Markets pubblicata su Food Packaging Forum stima che il mercato globale dei packaging eco-friendly passerà dagli attuali 174,7 miliardi ai 249,5 miliardi di valore entro il 2025 (+42,8%), registrando un tasso annuo di crescita composto del 7,4%. Fra le aree merceologiche quelle che comunicano maggiormente la riciclabilità dei packaging sulle etichette sono l'ortofrutta (43,7%), il freddo (41,5%) e la drogheria alimentare (31,8%), seguiti dal fresco (26,5%), il cura casa (24,3%) e le carni (14,6%). Le percentuali dei prodotti che indicano la possibilità di riciclo restano basse invece per quanto riguarda le bevande (14,6%), il pet care (13,1%) e la cura persona (11,5%). Per quanto riguarda invece i prodotti all'interno delle singole categorie merceologiche, l'acqua minerale trionfa con il 100% delle referenze dichiarate totalmente o largamente riciclabili sull'etichetta. Poco più in basso, con oltre il 90% delle referenze, abbiamo il cura casa, con prodotti per detergenza bucato e stoviglie, le bevande piatte e gassate, le carni e l'ortofrutta, mentre intorno all'80% ci sono i prodotti di drogheria alimentare, del fresco, del freddo e del petcare. Infine, fra i prodotti con il minor grado di riciclabilità del packaging ci sono i preparati e i piatti pronti (41,2%), i prodotti da ricorrenza (30,7%) e i condimenti freschi (25,3%). "Diventa sempre più importante comunicare al consumatore le informazioni sulla riciclabilità per favorirne la consapevolezza, aiutarlo nelle scelte d'acquisto e soprattutto nel corretto smaltimento del packaging di prodotto - ha spiegato Samanta Correale, Business Intelligence Senior Manager GS1 Italy - Affinché l'intero processo sia virtuoso, infatti, è necessario che arrivi fino in fondo".