I gelati di Don Nino sbarcano nel mercato cinese

·2 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - Don Nino Holding, proprietaria del format di gelateria e pasticceria di alta qualità che conta, attualmente, su 8 punti vendita di proprietà tra Roma e Firenze in alcune delle location più belle e suggestive d'Italia, ha appena siglato un accordo con un master franchisee cinese con cui entrerà, a partire dal prossimo ottobre, nel mercato asiatico. Don Nino Holding, guidata dal socio e Ceo Giovanni Pagliaro e assistita per la parte commerciale e marketing da Tramite, aprirà 5 punti vendita in Cina entro il primo semestre 2022.

"Per Don Nino abbiamo definito una linea strategica che tiene conto dei dati emersi dagli studi effettuati su questo business negli ultimi anni - afferma Pagliaro - e sulla base di questi dati abbiamo deciso di procedere con la prima apertura all'estero in uno dei due paesi che ha ottenuto il miglior tasso di crescita in questo settore: la Spagna. Nel prossimo mese di luglio, infatti, apriremo il primo punto vendita di Don Nino a Madrid in Puerta del Sol. Inoltre, grazie alla sottoscrizione del contratto di master franchising per la Cina che prevede l'apertura di 5 punti vendita a Shangai entro il primo semestre 2022, entreremo nel mercato asiatico che valutiamo molto interessante dal punto di vista della crescita del fatturato di gruppo che nel 2019 si è attestato a 10,5 milioni ma che, già nel 2022, pensiamo di raddoppiare grazie all'incremento del numero dei punti vendita diretti ma, soprattutto, di quelli indiretti legati al canale franchising. Infine - aggiunge Pagliaro -, grazie all'accordo sottoscritto con Tesori d'Italia, network integrato per la promozione del made in Italy nel mondo, entro fine 2021 Don Nino arriverà anche in Giappone a Tokyo dove i nostri prodotti verranno commercializzati negli store di Tesori d'Italia affiancati da tanti prodotti di eccellenza del made in Italy".

(ITALPRESS).

ads/com