Gelmini: attacchi su chat a Salvini ricordano calvario Berlusconi

·1 minuto per la lettura

Roma, 25 mag. (askanews) - "Le chat dei magistrati nelle quali emergono attacchi a Matteo Salvini ricordano il calvario che il Presidente Berlusconi ha dovuto subire in tutti questi anni attraverso un accanimento giudiziario che si espletato con pi di 3mila udienze, quasi 100 processi, spese processuali pari a 1 miliardo e con un danno reputazionale, politico e di immagine che sicuramente tante assoluzioni non hanno potuto colmare". Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un'intervista al Tg4. "Ci spiace vedere che questo malcostume - ha aggiunto - che riguarda una frangia minoritaria ma molto accanita della magistratura, si rifletta anche nel caso della Diciotti e nelle vicende di Matteo Salvini. Ricordiamoci che la nostra Costituzione prevede una separazione netta tra i poteri, la magistratura deve essere assolutamente autonoma e indipendente dalla politica. Ma anche la politica deve poter essere rispettata dalla magistratura". "Questo scontro - ha continuato Gelmini - che, nel caso Palamara, emerge tra le diverse correnti della magistratura si riflette negativamente sui magistrati pi capaci e pi laboriosi che spesso non hanno santi in paradiso, non sono appoggiati da alcuna corrente e sono dunque penalizzati. Questo malcostume colpisce la magistratura stessa e fa male al Paese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli