Gelmini: con Mes rischio maxi-patrimoniale, coinvolgere Parlamento

Rea

Roma, 21 nov. (askanews) - "Con la modifica del Fondo Salva Stati corriamo un rischio enorme. L'ipotesi di una drastica ristrutturazione del nostro debito potrebbe comportare una maxi-patrimoniale per gli italiani e la fuga degli investitori. Il Parlamento venga coinvolto e il governo assicuri la massima trasparenza. Non vorremmo che i giallorossi, per qualche decimale di flessibilità in concessione dall'Europa, avessero avallato ritocchi del Mes a noi non favorevoli". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"Forza Italia si è da sempre opposta a qualsiasi riforma, rilanciando con una controproposta: utilizziamo i 410 miliardi residui a disposizione del Fondo per gli investimenti in un'ottica di sviluppo e rilancio dell'economia piuttosto che nella logica emergenziale e dell'austerità adottata, con risultati controproducenti, dal 2012 a oggi", conclude Gelmini.