Gelmini: crollo produzione industriale in Lombardia è allarmante

Red-Alp

Milano, 30 lug. (askanews) - "I dati che emergono dall'indagine di Unioncamere, Confindustria e Regione sulla produzione industriale in Lombardia nel secondo trimestre 2019, sono allarmanti e costituiscono un pessimo segnale. Se si ferma la Lombardia, locomotiva economica del Paese, si ferma l'Italia. Industria e artigianato soffrono per il peggioramento delle aspettative sia sulla domanda estera che interna e pagano il prezzo di una politica economica del governo che ha puntato sull'assistenzialismo di stato anziché sul rilancio della crescita e degli investimenti. Le parole di Marco Bonometti, presidente di Confindustria Lombardia, suonano come una bocciatura senza appello, pienamente condivisibile, dell'operato dell'esecutivo giallo-verde. Lo stesso vale per la giusta richiesta di procedere sulla strada dell'autonomia e del regionalismo differenziato". E' quanto si legge in una nota firmata dalla presidente dei deputati di Forza Italia, Mariastella Gelmini.