Gelmini: "Dai governi Conte a Draghi? Meno conflittualità e più collaborazione"

·1 minuto per la lettura

"La differenza fra i governi Conte e il governo Draghi? Intanto, è diminuita la conflittualità, ora c'è un clima di leale collaborazione, nella distinzione delle competenze ma senza competizione". Ad affermarlo è la ministra per gli Affari regionali Mariastella Gelmini, a margine del suo intervento al Meeting di Rimini.

"In Conferenza Stato-Regioni registro un grande sforzo da parte di tutti i presidenti, così come in Anci da parte di tutti i sindaci, al di là del colore politico e del partito di appartenenza", sottolinea l'esponente del Governo. "Ora - annuncia - andrà ripreso il tema della riforma del Testo Unico sugli enti locali, cui sta già lavorando la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese: al Viminale come all'Anci e all'Upi assicuriamo tutta la nostra collaborazione. Soltanto con la ridefinizione dell'architettura statale si potranno spendere le risorse nei temi che l'Unione europea ci ha dato".

Sempre in tema di riforme, aggiunge la ministra degli Affari regionali, "andrà riaperto il dossier sull'autonomia differenziata delle Regioni e sul federalismo fiscale, definendo i livelli essenziali delle prestazioni e passando dalla spesa storica ai costi standard: il federalismo deve misurare la qualità dei risultati ottenuti, lascando poi la valutazione finale ai cittadini", afferma Mariastella Gelmini.

(dell'inviato Enzo Bonaiuto)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli