Gelmini (Fi): Parlamento alla deriva, è repubblica delle banane

Pol/Luc

Roma, 17 dic. (askanews) - "Il clamoroso ritardo della maggioranza nello sciogliere i nodi su legge di bilancio e su decreto fiscale, ha portato di fatto all'abrogazione del bicameralismo, con l'aggravante che solo il Senato (che non è rappresentativo dell'intero corpo elettorale) avrà avuto modo di esaminare la legge di bilancio, peraltro in un caos incredibile, degno di una repubblica delle banane. Questo modo di procedere non è tollerabile: entrambe le Camere hanno il diritto e il dovere di esaminare e votare la più importante legge dell'anno. Che invece arriva blindata alla Camera e sarà approvata nottetempo, se va bene, all'antivigilia di Natale". Così Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.

"È una vergogna peraltro palesemente incostituzionale, ai sensi della sentenza della Consulta di gennaio. Come se non bastasse siamo di fronte all'ennesimo slittamento dell'elezione dei presidenti delle Commissioni su banche, Forteto e Regeni, dell'Autorita' garante per la protezione dei dati personali e dell'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni, siamo oramai alla prorogatio della maggioranza che, nel suo delirio di impotenza, affossa la democrazia e le garanzie costituzionali. Chiedo agli alleati di riunire ad horas il tavolo dei capigruppo delle opposizioni e di invitare i rispettivi leader politici, per definire la strategia, che non può non prevedere un appello al Capo dello Stato per il rispetto delle prerogative del Parlamento. Con le scuse di Renzi ci facciamo il brodo", conclude.