Gelmini: "Green pass piccolo sacrificio che porta grandi benefici"

·1 minuto per la lettura
Gelmini sul green pass
Gelmini sul green pass

La ministra per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini ha affermato che con l’85% della popolazione vaccinata, l’Italia potrà vivere un autunno quasi normale: ha poi parlato del green pass come di un piccolo sacrificio che porta grandi benefici in termini di protezione di vita, lavoro e attività economiche.

Gelmini sul green pass

Intervistata dal Corriere della Sera, l’esponente del governo ha manifestato la necessità di stroncare la circolazione del virus e le varianti per continuare a riaprire il paese.

Quanto alla possibilità di riaperture a pieno regime di cinema, teatri, discoteche, ha osservato che l’ultimo decreto approvato dal governo, che prevede il green pass per tutti i lavoratori, è un provvedimento pensato per continuare ad aprire. Il discrimine sarà offerto dall’impatto della riapertura delle scuole: “Se i numeri dei contagi saranno sotto controllo, è già previsto che si possa procedere ad aumentare le capienze per tutti gli eventi e a riaprire le attività ancora chiuse, discoteche comprese“.

Ciò dipenderà anche dalla copertura vaccinale che, se raggiungerà quota 85%, per la Gelmini ci consentirà di “avere un autunno quasi normale. Dati i primi segnali di crescita delle prenotazioni in diverse regioni, secondo lei non sarà nemmeno necessario istituire l’obbligo vaccinale.

Gelmini sul green pass: “Governo compatto”

Quanto all’accordo politico sul green pass, l’esponente di Forza Italia ha evidenziato che non ci sono stati problemi e che l’esecutivo ha votato compatto sia in cabina di regia che in Coniglio dei Ministri. “Non giudico l’atteggiamento di Salvini: è un leader politico che si è vaccinato, i suoi ministri e i suoi governatori sono sulla linea dell’esecutivo“, ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli