Gelmini: modificare digital tax, non penalizzare aziende Italia

Pol/Vep

Roma, 21 nov. (askanews) - "Anche la maggioranza, a quanto pare, si è resa conto dell'urgenza di correggere la digital tax, così come maldestramente concepita dal governo giallorosso nella legge di bilancio. Che dire? Meglio tardi che mai. Bene, però adesso si intervenga tempestivamente per modificare l'articolo 84 della manovra e scongiurare che questa importante norma possa penalizzare, con oneri aggiuntivi, le aziende nazionali che già pagano, e in grande quantità, le tasse al nostro fisco". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"Come Forza Italia sono mesi che sosteniamo l'applicazione intelligente di questa necessaria misura - per regolare il settore del web e pretendere il giusto da giganti come Google, Facebook, Netflix o Spotify, che operano sfruttando l'obsolescenza delle nostre norme tributarie - ma allo stesso tempo difendiamo con forza le nostre eccellenze e i nostri imprenditori che non devono avere, in alcun modo, un aumento della pressione fiscale", conclude.