Gelmini: ok sintesi su licenziamenti, ora riforma politiche attive

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 giu. (askanews) - "Sulla questione del blocco dei licenziamenti il governo ha trovato un punto di sintesi ragionevole e avanzato, che mette insieme la tenuta sociale del Paese e la possibilità per le aziende di riorganizzarsi e di competere per una ripartenza che sarà migliore delle previsioni di inizio anno. La fine del lungo periodo di blocco non sarà però indiscriminata e ciò ci consentirà di evitare un impatto traumatico. I settori più colpiti dalla crisi potranno ancora utilizzare tutti gli strumenti possibili: i licenziamenti restano l'ultima ratio. Ora si tratta di mettere il Paese e le imprese nelle condizioni di creare nuovo lavoro: con la riforma degli ammortizzatori sociali, delle politiche attive del lavoro e soprattutto con la messa a terra degli investimenti previsti dal Pnrr, dobbiamo porci l'obiettivo di superare le previsioni anche sul fronte delle assunzioni, in particolare di donne e giovani". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie e capo delegazione di Forza Italia al governo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli