Gelmini: in Puglia per ascoltare e per far arrivare vostra voce a Roma

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 mag. (askanews) - "Nell'emergenza le istituzioni dello Stato cooperano e non litigano, perché questo è quello che ci chiedono i cittadini. E sarebbe inutile aver superato la conflittualità fra partiti a livello nazionale e incentivare invece uno scontro fra Stato centrale e Regioni. Sono qui per ascoltare e per contribuire a far arrivare la voce di questa Regione, di questa terra straordinaria e dalle enormi potenzialità a Roma. E per spiegare - ove servisse - le ragioni e le scelte del governo nazionale". Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Mariastella Gelmini, incontrando i giornalisti a Bari nel corso della sua visita istituzionale in Puglia.

"La mia presenza qui è anche per significare la vicinanza dello Stato alla Puglia che è stata duramente colpita dalla seconda e terza ondata pandemica. Al primo settembre dello scorso anno in questa regione erano stati registrati poco più di 5mila casi; al 30 aprile siamo arrivati a 234mila casi e a quasi 6mila vittime. Come le altre regioni dell'estremità della Penisola, la Puglia è ancora in zona arancione; abbiamo ancora un indice di occupazione delle terapie intensive superiore alla soglia critica e circa 200 casi ogni 100mila abitanti".