Gelmini: sinistra 'tassa e manette', Fi dice stop a fisco vampiro

Rea

Roma, 18 ott. (askanews) - "Doveva essere il governo 'No tax' e invece le quattro sinistre si sono sbizzarrite nell'inventarne di nuove. Dalla 'plastic tax' di un euro per ogni chilo di plastica usata negli imballaggi (per i quali le imprese già pagano il contributo al Conai), che significa aumento del prezzo di ogni singola bottiglia, alla 'sugar tax' sulle bibite gasate". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"Ma c'è anche l'aumento delle tasse sulle auto aziendali, un altro colpo ad un settore strategico come l'automotive; l'introduzione di una nuova imposta di bollo per i certificati rilasciati dall'autorità giudiziaria, come le sentenze; la criminalizzazione dei professionisti e dei commercianti ma anche dei loro clienti, quindi il ceto medio italiano, considerati tutti evasori solo perché magari pagano in contanti, in una spasmodica ricerca dell'ultimo centesimo per fare cassa", accusa Gelmini che prosegue: "E dal catalogo non poteva mancare l'attacco alla casa, un evergreen della sinistra tassa e spendi: imposta ipotecaria e catastale triplicata, per ingessare ancora di più il mercato, e aumento della cedolare secca dal 10% al 12,5% sugli affitti a canone calmierato, per svalutare ulteriormente il patrimonio immobiliare degli italiani. Se riusciranno a bloccare l'aumento dell'Iva è ancora tutto da vedere: quello che è certo è che la pressione fiscale totale aumenterà. Lo ammette lo stesso governo nella Nota di aggiornamento al Def: passeremo dal 42,1% del 2018 al 42,7% nel 2020: oltre mezzo punto di Pil".

Ma questo "per la sinistra 'tassa e ammanetta' è motivo di orgoglio. Per gli autentici liberali invece è una motivazione determinante per scendere in piazza e protestare con gli strumenti pacifici della democrazia: è per questo che domani anche Forza Italia sarà in piazza San Giovanni a Roma: per dire basta al fisco vampiro e difendere il portafoglio e la libertà degli italiani".