Gelmini: taglio cuneo non operativo, rischio che non sia mai fatto

Rea

Roma, 22 dic. (askanews) - "L'iter della legge di bilancio volge al termine verso l'approvazione senza il coinvolgimento della Camera dei deputati, chiamata a votare un testo che non ha potuto in alcun modo correggere, integrare, migliorare. È tanto l'amaro in bocca che rimane ripercorrendo le norme. Non solo micro tasse dannose, ma anche micro interventi, e non del tutto certi. Per il taglio del cuneo fiscale, per esempio, tanto sbandierato dal governo, è stato costituito un Fondo da tre miliardi di euro, ma nessuno sa come e quando potrà essere utilizzato". Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

"Come spesso accade per i Fondi che nascono in legge di bilancio, il rischio è che ora il governo stanzi le risorse per farsi bello con gli elettori ma che fra sei mesi, prima che il Fondo diventi effettivamente operativo, venga svuotato trasferendo le risorse su altri capitoli di spesa rimasti scoperti e magari più urgenti. Ipotesi molto concreta visti i tanti buchi creati dal governo a causa della sua mancanza di visione strategica e di lungo periodo. A pagarne le conseguenze, come sempre, l'Italia che lavora e che invece meriterebbe di vedere riconosciuto il proprio impegno".