Gelmini: tema ambiente centrale. Pnrr ultima opportunità per nostro Paese

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 lug. (askanews) - "Il tema della sostenibilità ambientale è di estrema attualità, assolutamente nelle corde di questo governo, per il futuro del Pianeta e anche del nostro territorio. Sono di ritorno da un viaggio a Bruxelles e ho avuto modo di percepire in maniera ancora più netta quanto il tema dell'ambiente e della sua tutela sia centrale, non solo all'interno del Pnrr e questo l'avevamo percepito dalle cifre stanziate. Ricordo infatti che la parte di finanziamento riservata alla rivoluzione verde e la transizione ecologica ha ottenuto il finanziamento più importante: quasi 69 miliardi". Lo ha detto la ministra degli Affari regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini, nel corso dell'evento "Le sfide e le opportunità della Transizione Ecologica" organizzato dall'associazione ambientalista, Fareambiente, in collaborazione con Enel.

"Abbiamo davanti a noi una grande sfida ma anche una grande opportunità che l'Europa ha messo a disposizione del nostro Paese - spiega Gelmini - perché siamo anche coloro che, per quanto riguarda l'anticipo, hanno portato a casa le risorse più ingenti. I grandi stanziamenti programmati dovranno ora avere delle progettualità adeguate, che si traducano in un beneficio immediato per la riduzione delle emissioni, per il potenziamento della green economy, l'approvvigionamento delle fonti rinnovabili, per l'economia circolare e anche per la sostenibilità. Questo dipende dalla responsabilità del governo ma tutto questo non sarebbe possibile senza una sinergia molto forte con le regioni e con gli enti locali. Noi abbiamo scelto la strada della condivisione con tutti i livelli di governo, perchè il Pnrr rappresenta l'ultima opportunità per il nostro Paese, una sfida gigantesca ma non è un qualcosa che può essere solo nelle mani del governo. Il punto è fare di questa pianificazione un obiettivo Paese e quindi è importante il coinvolgimento di associazioni come Fareambiente, che da sempre si battono con lungimiranza, lontani dall estremismo ideologico, ma con una chiarezza d'ideale e di direzione. Credo che realtà come questa debbano essere protagoniste e coinvolte nell'attuazione dei tanti progetti che sono sul piatto delle regioni, delle province e dei comuni".

"La sfida è andare verso un sistema sostenibile in termini socio, economici e ambientali. Decarbonizzazione del mix energetico, digitalizzazione delle reti ed elettrificazione dei consumi finali rappresentano i pilastri della strategia di Enel per una transizione energetica equa, sostenibile e inclusiva", spiega l'avvocato Fabrizio Iaccarino, responsabile sostenibilità e affari istituzionali Italia, Enel. Un'inclusività quindi che parte secondo Vincenzo Pepe, presidente di Fareambiente: "attraverso il comportamento quotidiano sui nostri territori. Solo così possiamo parlare di transizione ragionevole e sostenibile".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli