Gelmini: "Vaccino obbligatorio strada praticabile"

·1 minuto per la lettura
Gelmini obbligo vaccinale
Gelmini obbligo vaccinale

Il ministro per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini ha lasciato aperta la possibilità che il governo introduca l’obbligo vaccinale: la decisione spetta al Parlamento, ma secondo lei se si dovesse giudicare irraggiungibile la copertura dell’80% della popolazione non ci sarebbero alternative.

Gelmini sull’obbligo vaccinale

Intervistata dal Corriere della Sera, l’esponente del governo si è detta d’accordo con il collega Brunetta relativamente al vaccino obbligatorio per chi fa front office nella Pubblica Amministrazione e per chi lavora nei servizi pubblici. “Del resto l’obbligo vaccinale non è un’eresia: esiste già per alcune malattie“, ha aggiunto.

Una decisione in tal senso verrà presa entro le prossime due settimane, quando si avranno a disposizione i dati sulla campagna vaccinale e ci si avvierà alla ripartenza dopo le vacanze estive. “Se facciamo un ultimo sforzo con la vaccinazione, possiamo guardare con cauto ottimismo all’autunno“, ha sottolineato.

Gelmini sull’obbligo vaccinale e il green pass

Un altro dossier su cui l’esecutivo dovrà impegnarsi riguarda il green pass, il cui utilizzo secondo la Gelmini può essere esteso. Quanto all’ipotesi di renderlo obbligatorio anche per gli studenti sotto i 18 anni, per lei potrebbe concretizzarsi solo nel contesto di un obbligo generale esteso a tutti. “Il dato del 60% dei ragazzi fra 16 e 19 anni con già almeno una dose è incoraggiante“, ha evidenziato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli