Gemelli muoiono di Covid: uno vaccinato, l'altro no vax

·2 minuto per la lettura
I due gemelli Paolo e Carlantonio Mantovani sono morti di Covid
I due gemelli Paolo e Carlantonio Mantovani sono morti di Covid

Due gemelli, originari di Cogozzo, sono morti entrambi di Covid-19 a distanza di pochi giorni l'uno dall'altro. Si tratta dei fratelli Paolo e Carlantonio Mantovani, due 71enni sempre uniti nelle scelte di vita, ad eccezione del vaccino.

I due, che si sono positivizzati al Covid dopo una vacanza fatta insieme a novembre, hanno seguito un percorso clinico differente. Il primo a morire è stato Paolo, convinto no vax che si è aggravato presto dopo aver contratto il virus.

Proprio la posizione di Paolo, sottolinea il Corriere della Sera, è stata oggetto di forte discussione tra i fratelli, che da anni vivevano separati dalla distanza geografica a causa del lavoro che aveva portato uno a lavorare nel Bolognese e l'altro nel Veronese. Entrambi, figli di una maestra nota nel paese d'origine, avevano prima intrapreso il percorso di studi in medicina, ma poi sono diventati informatori farmaceutici.

VIDEO - Quali regioni italiane rischiano la zona arancione? 5 a rischio e 3 in bilico

Dopo il ricovero di Paolo, anche le condizioni di Carlantonio sono peggiorate drasticamente, nonostante la doppia dose di vaccino ricevuta. I gemelli Mantovani, nel giro di pochi giorni, sono cosi deceduti a causa del virus che da due anni tiene tutto il mondo col fiato sospeso.

Anche la moglie di Paolo è positiva al Covid ed è ricoverata in ospedale dove è sotto il casco per l'ossigeno e rifiuta di essere intubata. 

Don Andrea Spreafico, parroco di Cogozzo, nella pagina Facebook della parrocchia ha dedicato un ricordo ai due gemelli: "Carlantonio aveva ricevuto due dosi del vaccino, che inizialmente parevano in qualche modo avere rallentato la malattia. Lentamente, però, l’infezione lo ha portato alla morte, avvenuta durante il ricovero a Milano. Qui a Cogozzo avevano ancora molti amici. E qui, nella cappella di famiglia, verranno tumulati insieme. Caro Carlantonio - ha scritto nel bollettino parrocchiale social - ci rincuora sapere che dopo questa tragedia tu possa rimanere insieme a tuo fratello".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli