Generali, Del Vecchio non punta a matrimonio con Axa o Zurich - fonte

Logo di Assicurazioni Generali in centro a Roma

MILANO (Reuters) - Leonardo del Vecchio non ha alcuna intenzione di portare Generali verso un matrimonio con rivali europee Axa o Zurich Insurance.

Lo dice una fonte vicina all'imprenditore, divenuto l'anno scorso primo azionista di Mediobanca e in attesa del via libera Bce per salire fino a un massimo del 20% del capitale.

Mediobanca è il maggiore azionista di Generali con circa il 13% e lo stesso Del Vecchio possiede il 4,8% del gruppo assicurativo.

L'idea del presidente di EssilorLuxottica è "riportare Generali al ruolo leader che aveva nel mercato assicurativo europeo alla fine degli anni '90 e che poi ha perso", dice la fonte.

Del Vecchio ha presentato istanza per ottenere dalla Bce l'autorizzazione a salire sopra il 10% di Mediobanca il 29 maggio.

"Non intende presentare una lista propria", segno che il suo investimento in Piazzetta Cuccia "non è ostile", dice la fonte secondo cui non sono mai stati chiesti due posti in Cda da parte della holding di Del Vecchio, anche in segno di rispetto del procedimento autorizzativo in corso con la Bce.

Il Cda di Mediobanca è in scadenza e verrà rinnovato a ottobre.

Al momento, aggiunge la fonte, non sono in corso interlocuzioni tra Delfin, la holding dell'imprenditore, e il management di Mediobanca.


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia.


(Claudia Cristoferi, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)