I genitori hanno deciso di vendere la figlia

·2 minuto per la lettura
Afghanistan
Afghanistan

Una famiglia in Afghanistan ha venduto una neonata per 500 dollari. L’hanno ceduta a uomini non identificati di Herat.

Afghanistan, neonata venduta dalla famiglia per 500 dollari: “I miei altri figli stavano morendo di fame”

Una storia di incredibile disperazione, che arriva dall’Afghanistan. Una neonata è stata venduta dai suoi genitori per 500 dollari. La denuncia è della Bbc che, con la giornalista Yogita Limaye, ha visitato l’ospedale di Medici senza frontiere. Molte madri che hanno appena partorito e che non hanno nulla da mangiare arrivano a decidere di vendere i loro neonati per sopravvivere. Nelle campagne fuori da Herat la situazione è decisamente molto drammatica. “I miei altri figli stavano morendo di fame, così ho dovuto vendere mia figlia” ha dichiarato una giovane donna, con il volto coperto dal burqa nero e gli occhi tristi. “Come posso non essere triste? È mia figlia. È ancora piccola, non conosce il suo futuro. Non so come si sentirà quando lo scoprirà, ma ho dovuto farlo” ha concluso.

Afghanistan, neonata venduta dalla famiglia per 500 dollari: “Stiamo morendo di fame”

I genitori hanno venduto la neonata a uomini non identificati che pagano “bene”. Hanno dato un anticipo e il resto arriverà più avanti. La bambina sarà consegnata appena imparerà a camminare. La famiglia è in gravi difficoltà e non riescono più neppure a mangiare. Il padre della neonata faceva lo spazzino, ma ora non più. “Stiamo morendo di fame: a casa ora non abbiamo né farina, né olio. Stiamo morendo di fame” ha dichiarato l’uomo. Secondo il codice d’onore medievale delle campagne, il pashtunwali, nato per regolare i rapporti tra le famiglie, la neonata è vista come un bene di scambio, in quanto femmina. Nelle zone rurali molte pratiche vengono regolate dal consiglio dei capi dei villaggi, che seguono le leggi tribali. Nella tradizione ci sono usanze che vanno contro i diritti delle donne.

Afghanistan, neonata venduta dalla famiglia per 500 dollari: oltre 5 milioni di bambini in carestia

In Afghanistan più di 5 milioni di bambini vivono in carestia. Secondo i dati delle Nazioni Unite i bambini afghani soffrono la fame. Le persone che raggiungono livelli di emergenza aumenteranno del 35% rispetto allo scorso anno. Questo è dovuto alla siccità, ai conflitti e al collasso economico, che hanno portato molte famiglie in una situazione critica che le spinge a ricorrere a decisioni drastiche per la sopravvivenza. Il costo di prodotti alimentari come olio, riso e grano sono aumentati del 55%, rimanendo fuori dalla portata di moltissime famiglie. La disoccupazione e la crisi di liquidità porteranno ad una situazione drammatica anche nei centri urbani.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli