Genova, 11enne protegge la madre dalle botte del compagno

·2 minuto per la lettura
Donna maltrattata
Donna maltrattata

Una donna di Genova è stata salvata dalle percosse del compagno grazie a una telefonata fatta dal figlio di 11 anni al 112 e all’immediato intervento degli agenti di polizia locali.

Bambino salva la mamma dalla violenza del compagno

La vicenda è avvenuta a Genova: un bambino di 11 anni ha contattato la polizia per segnalare un episodio di violenza domestica perpetrato ai danni della madre e messo in atto dal compagno della donna.

In seguito alla chiamata ricevuta, gli agenti di polizia stanziati presso il commissariato di Chiavari si sono rapidamente attivati, recandosi presso l’indirizzo indicato dal bambino. Giunti sul luogo, i poliziotti hanno constatato che la madre dell’11enne era stata recentemente picchiata. La donna, infatti, aveva un livido molto evidente sull’occhio a causa delle botte ricevute dal compagno, un 27enne originario dell’Ecuador.

Gli agenti, su richiesta della vittima, hanno fatto allontanare l’uomo dall’abitazione e, poi, hanno scortato la donna fino alla struttura ospedaliera più vicina, attualmente dimessa con una prognosi di 20 giorni.

Violenza domestica: il coraggio di un 11enne

Secondo le prime ricostruzioni effettuate dalle forze dell’ordine e sulla base della testimonianza fornita dalla giovane, l’episodio di violenza domestica denunciato dal figlio non rappresenta un evento isolato. Pare, al contrario, il 27enneecuadoriano sia particolarmente avvezzo a maltrattare fisicamente la compagna. La vittima dell’immotivata e bestiale brutalità dell’uomo, tuttavia, nonostante le percosse frequentemente subite e incassate, non è mai riuscita a ribellarsi e denunciare l’ecuadoriano, fino all’intervento del suo bambino.

Rivolgendosi al 112, il piccolo ha avuto il coraggio e la forza di distruggere il clima di aggressività e violenza generato dal patrigno e salvare la mamma.

In seguito all’accaduto, il responsabile dei maltrattamenti è stato denunciato e gli è stato anche notificato il divieto di avvicinarsi nuovamente alla casa della compagna e di suo figlio.