Genova, 62enne ucciso a martellate: il dramma familiare

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Genova, 62enne ucciso a martellate: il dramma familiare (Getty Images)
Genova, 62enne ucciso a martellate: il dramma familiare (Getty Images)

Un uomo di 62 anni è stato ucciso ieri sera a Bolzaneto, Genova. Pasquale Scalamandrè, autista, è stato ucciso nella casa dove vivevano i due figli Alessio e Simone, rispettivamente di 28 e 20 anni.

Alcuni mesi fa, l’uomo era stato sottoposto da un giudice a un divieto di avvicinamento all’abitazione dei due ragazzi. Da anni, infatti, l’uomo maltrattava i suoi figli.

La dinamica dell'omicidio è ora al vaglio della squadra mobile della polizia, guidata da Stefano Signoretti. Secondo le prime ricostruzioni, sembra che sia stato uno dei due figli, il maggiore, a colpire il padre a morte con un martello.

A chiamare la polizia, infatti, sarebbe stato proprio il figlio Alessio, uno dei due figli: “Venite - ha detto -, ho colpito mio padre”.

All’arrivo delle volanti, nell'appartamento c'erano diversi mobili rovesciati e suppellettili rotti: oltre al martello con cui sarebbero stati inferti i colpi mortali. I vicini hanno visto portare via i due ragazzi uno dopo l'altro.

TI POTREBBE INTERESSARE - Sparatoria alla Casa Bianca