Genova, bimba di pochi giorni abbandonata nella culla per la vita

·2 minuto per la lettura
Genova, neonata lasciata nella "culla per la vita": sta bene
Genova, neonata lasciata nella "culla per la vita": sta bene

Stupore a Genova, dove per la prima volta dall’istituzione della struttura, una piccola di pochi giorni è stata lasciata all’interno della “culla per la vita” presente all’interno dell’ospedale Villa Scassi.

Genova, neonata lasciata nella “culla per la vita”: la vicenda e le condizioni

Erano le ore 21:00 di martedì 27 luglio 2021, quando è suonato il campanello che segnala la presenza di un neonato nella “culla per la vita” dell’ospedale Villa Scassi di Genova.

L’allarme è stato immediatamente trasmesso al reparto di neonatologia di Villa Scassi, qui il medico di turno è accorso subito e ha trovato la neonata, in ottime condizioni di salute. La bambina peserebbe circa 2 chili e 900 grammi e sarebbe nata solo pochi giorni fa, tutti i parametri vitali registrati al momento del suo ritrovamento, sarebbero risultati regolari.

Della piccola si sono prontamente occuppati i medici e le infermiere, già a partire da oggi, 28 luglio 2021 la vicenda della neonata abbandonata è stata segnalata alla Procura della Repubblica, che si occuperà di avviare il procedimento per l’adozione.

Genova, neonata abbandonata: che cos’è la “culla per la vita”

La “culla per la vita” è stata donata all’ospedale Villa Scassi di Genova nel 2008, da allora nessun bambino era ancora stato lasciato lì. La culla è un dispositivo concepito per permettere alle mamme in difficoltà di lasciare i propri piccoli in condizioni di totale sicurezza e in totale riservatezza, evitando in questo modo l’abbandono di neonati in situazioni di pericolo.

Ecco quanto è stato dichiarato dal Direttore del reparto di Ostetricia e Ginecologia del Villa Scassi, Gabriele Vallerino, in merito alla vicenda:

“La culla non era mai stata utilizzata. Tempo fa vi erano stati alcuni falsi allarmi, ma per molto tempo il sensore è rimasto silenzioso. Ieri sera è scattato l’allarme, collegato con il medico di guardia di pediatria. Il pediatra è sceso di corsa con la puericultrice, e hanno trovato nella culla una neonata”.

E ancora:

“È una storia a lieto fine. Fino a che il giudice non deciderà a chi affidarla la terremo noi in reparto e la coccoleremo. Devo ringraziare chi ce l’ha consegnata perchè lo ha fatto nel miglior modo possibile. Ha fatto un sacrificio per dare un’esistenza migliore alla piccola. È tutto molto commovente”.

Genova, neonata lasciata nella “culla per la vita”: le parole di Claudio Muzio

Il consigliere regionale, Claudio Muzio, nella giornata di mercoledì 28 luglio 2021, si è espresso sulla vicenda della neonata abbandonata nella “culla per la vita“, ecco cosa ha dichiarato nello specifico, secondo quanto riportato da Genova3000:

“Viva la culla per la vita, che martedì sera a Genova ha accolto una neonata che la madre, per motivi che non conosciamo e che vanno comunque rispettati, aveva deciso di abbandonare”.

E ancora:

“Come promotore in Regione Liguria di un’iniziativa finalizzata a valorizzare con un’adeguata campagna informativa la presenza di questi presidi, desidero esprimere tutta la mia gioia per il fatto che una delle culle termiche attive sul territorio regionale, quella del Villa Scassi, abbia ospitato la piccola bimba, che ha così potuto ricevere pronta assistenza e accoglienza, con la garanzia per la madre della massima privacy e di una presa in carico adeguata della figlia”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli