Genova, consigliera M5s si sfoga contro Salvini: evoca Piazzale Loreto

stefania giovinazzo

Il post pubblicato su Facebook dalla consigliera municipale del M5S di Genova, Stefania Giovinazzo, ha fatto scalpore. La donna ha voluto sfogarsi contro il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a causa dell’apertura della crisi di governo. Una frase ambigua non è passata inosservata: la Giovinazzo ha fatto dei riferimenti a piazzale Loreto.

Il post su Facebook

“Sei venuto meno alla parola data, anzi sottoscritta e firmata, ai tuoi elettori, i quali si erano riuniti nelle varie piazze della città per fare una raccolta firme affinché fosse siglato il contratto di governo, nel bel mezzo dei lavori ti svegli da una sbronza post serata e dichiari crisi di governo, dimostrando la tua totale inaffidabilità”: così Stefania Giovinazzo, consigliera municipale del Movimento 5 Stelle di Genova, ha iniziato il suo acceso sfogo, pubblicato sul suo profilo Facebook, contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che ha dato via alla crisi di governo. “Attento caro “Ruspa”, la storia ci insegna che passare dall’avere le piazze gremite di persone che applaudono a finire a testa in giù, è un attimo”: queste sono le parole che hanno dato adito a polemica perché con un sottile riferimento a Matteo Salvini evocano la morte di Benito Mussolini a Piazzale Loreto. I leghisti di Genova hanno chiesto le dimissioni di Stefania Giovinazzo. La consigliera municipale per porre rimedio alla situazione ha deciso di modificare il post e di aggiungere una precisazione: “La frase è stata ampiamente strumentalizzata e condivisa su Facebook da alcune persone, per meri fini elettorali e non rispecchia in nulla il mio pensiero e la mia persona. Mi spiace se qualcuno possa essersi sentito in qualche modo offeso per ciò che ho scritto, ho usato un paragone molto forte, ma credetemi, non è nella mia natura inneggiare all’odio”.