Genova, donna morsa da un cinghiale: "Nessuno mi ha aiutato"

Genova, donna morsa da un cinghiale:
Genova, donna morsa da un cinghiale: "Nessuno mi ha aiutato"

Rossana Padoan Falcone, 57 anni, è stata morsa da un cinghiale mentre mangiava un pezzo di pizza sulla spiaggia pubblica di Vernazzola, a Sturla (Genova). "Un dolore tremendo. Il Comune intervenga, poteva succedere a un bambino", ha raccontato, citata dal Secolo XIX.

L'aggressione è avvenuta verso le 20 circa di venerdì: l'animale, solo e senza cuccioli al seguito, si è avvicinato, ha annusato il cartone della pizza e, inaspettatamente, ha attaccato la donna azzannandole il braccio. "Ho provato a rimanere immobile cercando di non innervosirlo", ha detto. Ma è stato inutile.

"Ho chiesto aiuto, ma nessuno mi veniva incontro. Erano tutti spaventati. Allora mi sono alzata e, lasciando la borsa e il telo in spiaggia, mi sono allontanata".

VIDEO - Incredibile a Roma, i cinghiali rubano la spesa a una signora

Poco più tardi è stata portata al pronto soccorso, dove, dopo la medicazione e il vaccino antirabbica, le è stato prescritto un antibiotico. Visto che era venerdì sera e gli ambulatori erano chiusi, solo lunedì Falcone è riuscita a fare il richiamo dell'antitetanica: "Il vaccino mi è stato prescritto al pronto soccorso, ma all'ambulatorio Asl mi hanno chiesto se volessi riceverlo e questa cosa mi ha preoccupato. Pare non esistano casistiche relative al morso di cinghiale e non è certo se si corra il rischio di contrarre la malattia o meno", ha raccontato.

La donna ha infine voluto lanciare un appello al Comune: "È intollerabile che i cittadini corrano rischi del genere su una spiaggia pubblica. A Genova la situazione cinghiali sta degenerando. Mi trovavo in una spiaggia dove, proprio a fianco a me, fino a pochi minuti prima, c'era una coppia con un bimbo nel passeggino: se avesse morso lui?".

VIDEO - Milano, due cinghiali finiscono nel naviglio

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli