Genova, donna uccisa: marito avrebbe confessato

webinfo@adnkronos.com

E' in stato di fermo ancora ricoverato in ospedale il marito della donna trovata morta ieri sera in un appartamento di via Furlani nel quartiere di Sant'Eusebio a Genova, uccisa con una decina di coltellate nell'abitazione dove lavorava come colf. Accanto al cadavere della 42enne era stato trovato il compagno Eduart Zyberi, 53 anni, ferito dopo aver tentato il suicidio. L'uomo avrebbe ammesso di aver compiuto il gesto pronunciando frasi deliranti davanti agli inquirenti, parole in cui sostanzialmente avrebbe confessato di aver ucciso la compagna, Laureta.  

Zyberi nella notte è stato sottoposto ad un intervento chirurgico all'addome: l'interrogatorio di convalida del fermo dovrebbe tenersi ad inizio settimana prossima. Ancora da chiarire il movente del delitto ma l'ipotesi sulla quale sono in corso verifiche è legata alla gelosia nei confronti della donna. Sul caso indaga la squadra mobile di Genova che nelle scorse ore ha raccolto diverse testimonianze, tra cui quella dei figli della coppia.