Genova, G8: maltrattamenti a Bolzaneto, il governo italiano ha riconosciuto i propri torti

Il governo italiano verserà 45 mila euro per danni morali e materiali e spese processuali a sei cittadini per le violenze subite nella caserma di Bolzaneto il 21 e 22 luglio 2001, a margine del G8 di Genova. Si tratta di una “risoluzione amichevole”, fa sapere la Corte di Strasburgo, tra il governo italiano, che “ha riconosciuto” i maltrattamenti avvenuti e l’assenza di leggi adeguate, e sei dei 65 cittadini che si erano appellati alla Corte europea dei diritti umani sostendo che lo stato italiano ha violato il loro diritto a non essere sottoposti a tortura denunciando anche l’inefficacia dell’inchiesta penale su quei fatti.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità