Genova, lascia l’auto in divieto e soccorre la moglie incinta: multato

donna incinta

Sua moglie, in dolce attesa, si è sentita male ed è corso subito ad aiutarla. Non trovando parcheggio, ha fermato la sua auto in divieto di sosta e per questo è stato punito. A Borgo Franari, frazione nella provincia di Genova, Enrico Gatti, 42 anni, ha ricevuto una multa per aver lasciato l’auto in un parcheggio per disabili.

Il gesto dei vigili

La donna, al nono mese di gravidanza, aveva chiamato dalla farmacia il marito dicendogli che aveva le pulsazioni altissime. Enrico Gatto, 42 anni, che si trovava a casa, a 1,5 km dalla farmacia, è salito in auto per recarsi a soccorrere la moglie. Quando è arrivato sul posto, non ha trovato parcheggio e così ha lasciato la sua macchina in un parcheggio per disabili. Due agenti della polizia locale, un uomo e una donna, hanno osservato la scena e lo hanno avvertito che lo avrebbero multato. Lui, in preda al panico, ha spiegato gridando che la moglie stava male, tuttavia non è servito a fare cambiare loro idea. Quando sono tornati hanno trovato una multa per divieto di sosta. La donna ha poi partorito tre giorni dopo il malore. L’episodio è successo a Borgo Fornari, piccola frazione di Ronco Scrivia, in provincia di Genova.

Il racconto dell’uomo

Enrico Gatto ha raccontato la sua storia sul Secolo XIX.“Sono stato multato perché ho lasciato l’auto nel parcheggio per disabili mentre correvo da mia moglie, incinta di nove mesi, che si era sentita male. Credo che sia una questione di buon senso e di umanità, pagherò la multa non ci sono problemi, ho grande rispetto per le disabilità, ho un passato da volontario, ma bastava guardarci in faccia per capire che era una vera emergenza: ha spiegato il quarantaduenne che ha ripercorso l’episodio successo il 2 agosto scorso e riferendosi anche a quello del bus di Napoli. La sindaca, Rosa Oliveri, si è resa disponibile a aiutare la coppia: “Invito marito e moglie in Comune con i giustificativi e se la legge lo permette, revocheremo la multa”.