Genova, moto e Spiderman dal cielo: evento speciale per i bimbi dell'ospedale

·2 minuto per la lettura
Spiderman e le moto acrobatiche all'ospedale di Genova
Spiderman e le moto acrobatiche all'ospedale di Genova

Ad allietare il ricovero dei piccoli pazienti che si trovano all’ospedale Gaslini a Genova, è arrivato un superoe: Spiderman. L’uomo ragno non si è lasciato fermare neanche dal Covid. Lo speciale Spiderman era in compagnia del motociclista Vanni Oddera, che ha fatto visita ai bambini ricoverati al reparto Oncologia dell’ospedale, il quale aveva sospeso per la pandemia le visite di intrattenimento.

All’ospedale di genova sorpresa per i più piccoli: arriva Spiderman

Dunque, a causa del virus la sorpresa si è svolta direttamente dalle finestre: Vanni Oddera si è lasciato alzare da gru. Il motociclista non era, tuttavia, solo, ma accompagnato dai suoi colleghi, Maurizio Gerini e Mattia Villardita. Quest’ultimo interpretava Spiderman ed è piombato davanti alle finestre dei reparti di Clinica pediatrica, Nefrologia, Ematologia e Oncologia.

Inutile anche solo immaginare la gioia dei bambini che, finalmente, sono riusciuti a trascorrere una giornata diversa, nella quale hanno addirittura conosciuto, seppur separati dalla finestra, uno dei loro superoi preferiti. I piccoli, inoltre, hanno ricevuto dei super regali, da maglie ad album da disegno. I pacchetti sono stati ovviamente consegnati dal personale del reparto, senza nessun genere di strappo alle regole anti-Covid.

Per chi non conoscesse Vanni Oddera, egli è un motociclista di Pontinvrea, in provincia di Savona. É campione di motocross freestyle e nel 2009 ha daton vita alla cosidetta Mototerapia: è una modalità di intervento con l’obiettivo di regalare momenti di gioia e spensieratezza a persone e bambini con disabilità. “Grazie alla mototerapia, anche le persone con disabilità e i bambini ricoverati negli ospedali possono salire in sella a una moto, vivere l’adrenalina dello sport e sviluppare capacità fisiche, affettive, cognitive e sociali“.

Gli incredibili risultati che questa Mototerapia permette sono certificati dal reale beneficio che ha sia sui pazienti, ma pure sulle loro famiglie.

Inoltre, quando eravamo nel primo e pieno lockdown, ossia nello scorso aprile 2020, Vanni ha inventato una nuova formula, che si chiama Mototerapia Take-away: essa porta le moto direttamente a casa dei ragazzi speciali. E non a caso in un solo anno si è già progettato che più di 50.000 disabili avranno la visita del campione del mondo.