Genova, in quota la prima maxi trave del nuovo ponte

webinfo@adnkronos.com

E' stato completato intorno alle 14 il posizionamento del primo maxi impalcato da 100 metri e circa 1800 tonnellate di peso del nuovo viadotto Polcevera di Genova. Le operazioni in cantiere erano iniziate ieri sera e dopo una sospensione notturna erano ripartite all'alba di oggi. La maxi trave è stata sollevata in quota e posizionata tra le pile 8 e 9 tramite gli strand jack, martinetti idraulici.  

Dopo la posa sono ora in tutto 500 i metri visibili del nuovo viadotto in costruzione da parte del gruppo PerGenova (composto da Fincantieri e Salini Impregilo) su disegno di Renzo Piano. 

"Fin dal primo momento abbiamo raccolto questa sfida animati da spirito di servizio e dalla voglia di partecipare alla rinascita di un territorio a beneficio del Paese. Oggi quello che, metro dopo metro, sta prendendo corpo è il risultato del lavoro di tutti, di maestranze, ingegneri e tecnici che arrivano da ogni parte d’Italia per dare il loro contributo a quest’opera innovativa e necessaria", ha affermato l'ad di Fincantieri Giuseppe Bono. 

Un'opera, quella di ricostruzione che sostituirà il ponte Morandi, che - come sottolinea ancora Bono, "racchiude tutto il nostro know how e ci consente di metterlo a disposizione di Genova, una città alla quale da sempre ci sentiamo profondamente legati".Quello di oggi è stato il primo di 3 vari eccezionali che vedranno salire, a oltre 40 metri di altezza, 3 tratti di impalcato dalle misure di 100 metri l’uno. 

La prima campata in acciaio posizionata oggi da oltre 1800 tonnellate si aggiunge alle altre 8 che negli scorsi mesi hanno fatto il loro ingresso nello skyline genovese. Le dimensioni del nuovo tratto di impalcato hanno reso necessario per l’innalzamento l’utilizzo degli strand jack, speciali macchinari capaci di garantire, in condizioni meteorologiche ottimali, un’ascesa della campata di 5 metri all’ora.