Genova, riapre l'A26. Autofiori: 4 mesi per nuovo viadotto su A6

Roma, 26 nov. (askanews) - Riapre l'A26 sulla tratta compresa tra l'allacciamento con l'autostrada A10 e lo svincolo di Masone, chiusa per verifiche tecniche sui viadotti Fado Nord e Pecetti Sud. Lo ha confermato Autostrade, assicurando la ripresa della circolazione entro mezzogiorno grazie a uno scambio di carreggiata che consentirà il transito su una corsia per ogni senso di marcia.

Il governatore della Liguria Giovanni Toti ha invocato interventi di emergenza, urgentissimi, da parte del governo. "Siamo alla paralisi" ha denunciato poco dopo l'annuncio della chiusura della tratta, "la Liguria è isolata". Ma la chiusura non poteva essere evitata vista l'inchiesta della procura di Genova sui falsi report sullo stato dei viadotti nata a strascico di quella sul crollo del Ponte Morandi e il nuovo crollo del viadotto della Madonna del Monte che ha rilanciato l'allerta sulle condizioni delle infrastrutture, in particolare in Liguria.

Intanto, i vigili del fuoco lavorano sulla A6 per completare i lavori di riprofilazione dell'alveo dopo la colata di fango che ha travolto il viadotto sulla Torino-Savona. I tempi di realizzazione del nuovo ponte che scavalcherà completamente la zona oggetto della frana, ha fatto sapere la concessionaria Autostrada dei Fiori, "sono stimati in 3, massimo 4 mesi, una volta ottenute la disponibilità delle aree e tutte autorizzazioni previste".