Genova, varato il quinto impalcato del nuovo ponte

Gci

Roma, 28 dic. (askanews) - Con 250 metri totali di impalcato si definisce la sagoma del nuovo Ponte di Genova. E' stato infatti varato oggi il quinto impalcato che porta a 200 metri la lunghezza del viadotto a Ponente, tratto che si aggiunge ai primi 50 metri varati a Levante negli scorsi giorni. I lavori procedono a pieno ritmo, anche durante le festività natalizie, per la joint venture Pergenova tra Salini Impregilo e Fincantieri che sta realizzando l'opera, snodo essenziale per il collegamento di Genova con la Francia, con il porto e in generale con le aree limitrofe, e tassello primario per il ruolo di grande hub portuale e commerciale della città.

Il quarto impalcato di Ponente, varato tra le pile 7 e 8, ha un peso di ben 609 tonnellate e due carter laterali. Questo nuovo segmento rappresenta il tratto contiguo agli impalcati centrali, lunghi 100 metri, che scavalcheranno il fiume Polcevera. Con 11 pile in completamento sulle 18 totali, proseguono contemporaneamente le lavorazioni per l'assemblaggio degli impalcati a terra, a Ponente come a Levante. L'opera è un "ponte urbano" che attraversa la zona della Val Polcevera ed ha da sempre avuto un rapporto stretto con il contesto circostante, caratterizzandone l'immagine e la funzione di snodo dell'area con il resto della città.

Per questo, in parallelo ai lavori, continuano e si intensificano le attività di Spazio Ponte, punto di incontro e informazione dedicato all'opera e aperto alla cittadinanza, per saperne di più sulle caratteristiche tecniche del viadotto e misurarsi con ricostruzioni digitali dell'infrastruttura, esercitarsi nei laboratori, immergersi nel cantiere seguendo le immagini riprese dai droni. E' qui che scuole e università continuano ad avvicinarsi al mondo delle infrastrutture con tour guidati, insieme ai tecnici di Pergenova.