Genovese interrogato per oltre 4 ore dai pm

fcz
·1 minuto per la lettura

Milano, 18 nov. (askanews) - E' durato oltre 4 ore l'interrogatorio davanti ai pm di Alberto Genovese, l'imprenditore digitale di 43 anni in carcere con l'accusa di aver drogato e violentato una ragazza di 18 anni durante una festa a base di sesso e droga organizzata nel suo maxi-attico con vista sulla Madonnina del Duomo di Milano nella nottata tra il 10 e l'11 ottobre. Il 43enne, accusato di violenza sessuale, sequestro di persona, lesioni e spaccio di droga, ha risposto alle domande del pm Rosaria Stagnaro e del procuratore aggiunto Letizia Mannella. L'interrogatorio si è svolto in una stanza che si trova al quarto piano del Palazzo di Giustizia di Milano, di fianco all'anticamera del procuratore Francesco Greco. Insieme ai magistrati titolari dell'indagine, scattata in seguito alla denuncia della vittima che ha raccontato agli inquirenti le violenze subite dall'imprenditore, era presente anche il capo della Squadra Mobile Marco Calì.