Gentiloni: "Onorerò Italia nell'interesse di tutti i cittadini Ue"'

webinfo@adnkronos.com

"Cercherò di onorare l’Italia, il cui Governo mi ha proposto, lavorando nell’interesse di tutti i cittadini europei e in costante raccordo con il Parlamento europeo e le istituzioni dell’Unione". Lo dichiara Paolo Gentiloni, neo commissario Ue agli affari economici, ringraziando "la presidente Ursula Von der Leyen per l’incarico che mi ha assegnato nella nuova Commissione". "La responsabilità di Commissario all’economia alla quale oggi sono stato candidato è di grande rilievo in un momento cruciale per il futuro dell’economia europea", afferma Gentiloni, che poi assicura: "Mi impegnerò innanzitutto per contribuire al rilancio della crescita e alla sua sostenibilità sociale e ambientale", sottolinea l'ex premier. 

Moscovici - "Il mio successore designato" come commissario europeo agli Affari economici Paolo Gentiloni "è un amico ed una scelta eccellente, saprà portare i valori e le idee della famiglia socialdemocratica", scrive su twitter il commissario uscente agli Affari economici e monetari, il francese Pierre Moscovici, che ha definito quella presentata dalla presidente eletta Ursula von der Leyen "una Commissione politica, equilibrata e per la prima volta paritaria". 

Amendola - "Per l'Italia è un onore ottenere la delega agli Affari Economici della Commissione Ue. Importante e prestigiosa. Significa che il Paese è tornato protagonista in Europa. A Paolo Gentiloni auguri per una grande responsabilità, la persona giusta al momento giusto", il commento su twitter del ministro per gli Affari europei Enzo Amendola.  

Zingaretti - "Grande soddisfazione!", esprime il segretario del Pd, Nicola Zingaretti. "Paolo Gentiloni nominato Commissario Europeo agli Affari Economici. Una delega importante per tutti. Ora costruiamo una nuova Europa verde, giusta e vicina alla vita delle persone", scrive su Twitter. 

Salvini - Diverso il tono di Matteo Salvini. "E' la conferma che Conte ha fatto il patto con il diavolo, con Merkel e Macron, per interesse personale", afferma il leader della Lega. "Avevano promesso di cambiare l'Europa e mandano un vecchio uomo del vecchio Pd" a Strasburgo. "Conte - conclude Salvini - ha scelto che nascesse un governo tra Parigi, Berlino e Bruxelles".