Gentiloni: sfide globali hanno bisogno di un'Europa protagonista

Red-Pol/Ral

Torino, 8 feb. (askanews) - Le sfide tecnologiche ed economiche hanno bisogno "dell'Europa come protagonista". È la sollecitazione del premier Paolo Gentiloni, nel suo discorso a politici e imprenditori, riuniti a Torino alle Officine Grandi Riparazioni, per la presentazione dei risultati del piano Industria 4.0.

"I 9,8 miliardi messi in campo fino al 2021 dall'ultima legge di bilancio possono essere spesi bene e dare un contributo all'attraversata che ci aspetta nella sfida" a colossi come gli Stati Uniti e la Cina, "una attraversata che dobbiamo fare insieme all'Europa perchè non possiamo immaginare che la sfida dei prossimi anni sia fra Usa e Cina e la Vecchia Europa non riesca a competere; sulla sfida tecnologica serve un commitment europeo", ha spiegato il presidente del Consiglio ricordando che oggi si può guardare con più ottimismo all'Ue visto che ieri in Germania si è formata la Grosse Koalition.

"La sfida globale - ha sottolineato Gentiloni - ha bisogno dell'Europa come protagonista. Le nostre radici e l'apertura al mondo sono sempre state insieme e devono continuare a camminare insieme". "Nell'era della robotica e dell'intelligenza artificiale", ha sollecitato Gentiloni, occorre immaginare il lavoro "consapevole" di cui parlava Olivetti e "la formazione in modo da consentire al mondo del lavoro di vivere la transizione che ci attende come una opportunità".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità