Gentiloni: "Staremo senza esecutivo e senza crisi per molti mesi"

webinfo@adnkronos.com
"Siamo destinati a stare senza governo ma senza crisi di governo e per molti mesi, buona fortuna". Usa l'ironia Paolo Gentiloni, parlando a Pomezia, nel corso dell'Eneadi Festival, ieri sera. Ma serio aggiunge: "Sono 6 mesi che su qualsiasi argomento i due partner di governo hanno posizioni tendenzialmente incompatibili e poi si mettono d’accordo".  "Non è una lite paritaria che danneggia o favorisce i due partner allo stesso modo - avverte l'ex premier - . E’ successo in Italia un fatto gigantesco, cioè che i rapporti di forza dei 2 partner di governo si sono capovolti. I 5 stelle alle scorse elezioni erano il doppio della Lega. Dopo 1 anno la Lega è il doppio dei 5 stelle. Questo è successo perché i due populismi che si sono confrontati erano molto diversi perchè uno solo dei due aveva un marcato e deciso profilo politico culturale. La Lega ha un profilo molto chiaro e netto. E’ un populismo nazionalista che ha simili in diversi paesi europei e che io ritengo molto pericoloso. Il nazionalismo più di un secolo fa è stato l’origine di tutti i mali". "Dall’altra parte c’è il populismo del Movimento5 stelle. Un atteggiamento di contestazione dell’establishment, dell’élite. Che ha portato a convivere per esempio persone di estrema sinistra con persone che accettano l’estremismo di Salvini. Questa cosa ha distrutto quella spinta che c’era stata nel M5S e ha consentito alla Lega di drenare gran parte dei loro voti, ma ha portato i rinnegare i loro valori fondamentali. La decisione sulla Tav e molte altre decisioni prese in questi ultimi mesi sono la negazione dell’origine di questo movimento. Un populismo che non ha un fondamento politico–culturale solido si unisce a un nazionalismo di destra come quello della Lega alla fine uno dei due prevale".

"Siamo destinati a stare senza governo ma senza crisi di governo e per molti mesi, buona fortuna". Usa l'ironia Paolo Gentiloni, parlando a Pomezia, nel corso dell'Eneadi Festival, ieri sera. Ma serio aggiunge: "Sono 6 mesi che su qualsiasi argomento i due partner di governo hanno posizioni tendenzialmente incompatibili e poi si mettono d’accordo".  

"Non è una lite paritaria che danneggia o favorisce i due partner allo stesso modo - avverte l'ex premier - . E’ successo in Italia un fatto gigantesco, cioè che i rapporti di forza dei 2 partner di governo si sono capovolti. I 5 stelle alle scorse elezioni erano il doppio della Lega. Dopo 1 anno la Lega è il doppio dei 5 stelle. Questo è successo perché i due populismi che si sono confrontati erano molto diversi perchè uno solo dei due aveva un marcato e deciso profilo politico culturale. La Lega ha un profilo molto chiaro e netto. E’ un populismo nazionalista che ha simili in diversi paesi europei e che io ritengo molto pericoloso. Il nazionalismo più di un secolo fa è stato l’origine di tutti i mali". 

"Dall’altra parte c’è il populismo del Movimento5 stelle. Un atteggiamento di contestazione dell’establishment, dell’élite. Che ha portato a convivere per esempio persone di estrema sinistra con persone che accettano l’estremismo di Salvini. Questa cosa ha distrutto quella spinta che c’era stata nel M5S e ha consentito alla Lega di drenare gran parte dei loro voti, ma ha portato i rinnegare i loro valori fondamentali. La decisione sulla Tav e molte altre decisioni prese in questi ultimi mesi sono la negazione dell’origine di questo movimento. Un populismo che non ha un fondamento politico–culturale solido si unisce a un nazionalismo di destra come quello della Lega alla fine uno dei due prevale".