Gentiloni: Ue non può decidere senza noi ma serve governo presto

Red-Pol

Roma, 19 apr. (askanews) - Il governo in carica "è impegnato, nessuno ha staccato la spina", rispetto alla discussione sulle prospettive dell'Europa "ma certamente c'è bisogno di una soluzione politica in tempi rapidi che dia certezze sul ruolo che l'Italia dovrà svolgere in questa discussione e certamente lo svolgerà assieme a Paesi che hanno visioni comuni". Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, rispondendo ad una domanda durante il punto stampa a Bucarest, al termine dell'incontro con il presidente della Romania Klaus Werner Iohannis.

Il dibattito in corso "disegna il futuro della Ue e la Ue non può permettersi di affrontare questo dibattito senza l'Italia", ha sottolineato Gentiloni, precisando che "siamo lavorando in questi mesi e settimane, penso all'Iran, ai negoziati sull'adesione di Albania e Macedonia, il dossier migratorio per arrivare a un punto di equilibrio in cui la responsabilità e la solidarietà possano stare insieme, e stiamo lavorando sulle questioni economiche e finanziarie perchè nel contesto europeo di crescita non possiamo permetterci che siano decisioni europee a creare ostacoli e intralci a questa espansione". Anzi serve "buon senso su Unione bancaria, debito e prospettive di rafforzamento della Ue".