Geopolitica sotto l'ombrellone: i consigli di lettura dell'Ispi -3-

REd/Orm

Roma, 6 ago. (askanews) -

4) China's Dream di Kerry Brown

Il Partito Comunista Cinese non è solo un'istituzione politica, ma anche un movimento culturale. Secondo l'autore di China's Dream, a fronte della crisi di valori innescata in Cina dallo storico passaggio dal collettivismo al capitalismo, il Partito si è trovato obbligato a cercare soluzioni a una serie di naturali tensioni e resistenze al cambiamento, spesso attraverso strategie contrastanti o controintuitive che però, almeno fino a oggi, hanno funzionato. Kerry Brown analizza la trasformazione economica cinese non soltanto da un punto di vista empirico, misurandone l'efficacia con indicatori economici e sociali, ma si fa carico un compito più arduo e coraggioso: quello di offrirne una lettura più ampia e interdisciplinare, l'unica in grado di raccontare, e spiegare fino in fondo, la una profonda rivoluzione culturale portata avanti dal PCC.

5) Afrotopia di Felwine Sarr

Permeata da luoghi comuni e stereotipi consolidati, la narrazione occidentale sul futuro del continente africano ha oscillato, negli ultimi anni, tra un pessimismo assoluto e un eccessivo ottimismo. Nel suo Afrotopia, un testo prezioso e innovativo pubblicato anche in italiano, lo scrittore e filosofo senegalese Felwine Sarr introduce una prospettiva diversa, basata sul tentativo di ripensare l'Africa su basi autonome, a partire dalle sue immense risorse relazionali, culturali e sociali. (Segue)