George Russell mostra i muscoli nelle Libere di Silverstone

Marco Di Marco

E' un George Russell fermamente intenzionato ad andare in fuga in campionato quello visto in azione sul tracciato di Silverstone.

L'inglese della ART Grand Prix, infatti, è stato l'autentico dominatore del turno di Libere riuscendo ad ottenere il miglior crono della sessione in 1'40''410 e diventando l'unico pilota ad infrangere la barriera del minuto e quarantuno.

Russell è stato fenomenale nel piazzare la zampata nei primi minuti della sessione stordendo immediatamente i rivali che non sono riusciti a replicare al crono del britannico anche a causa della neutralizzazione con Virtual Safety Car dovuta allo stop in pista di Latifi.

La lotta per il miglior tempo del turno è stata quindi subito congelata, mentre i distacchi dal secondo in poi sono stati decisamente più ridotti.

Alle spalle di Russell troviamo infatti Alexander Albon con un gap di ben 7 decimi dal leader del campionato, mentre alle spalle del pilota del team DAMS ha chiuso con un ritardo di soli 36 millesimi Lando Norris.

Il rivale diretto di Russell in classifica non è apparso totalmente a proprio agio con l'assetto della sua Carlin e nel finale è stato protagonista di una incomprensione con Sean Gelael che gli ha provocato la rottura dell'ala anteriore.

Sorprende il quarto tempo di Ralph Boschung. Lo svizzero della MP Motorsport, molto critico con l'organizzazione della serie nello scorso weekend a causa dell'ennesimo guasto al propulsore, ha girato in 1'41''291 piazzandosi immediatamente dietro a Norris e precedendo di 123 millesimi la seconda ART Grand Prix affidata a Jack Aitken.

Sesto tempo per un Luca Ghiotto ancora alla ricerca del feeling perfetto con la propria vettura ed in ritardo di appena 43 millesimi dalla ART numero 7, mentre Sergio Sette Camara, dopo aver occupato le prime posizioni nelle fasi iniziali del turno, ha chiuso alle spalle dell'italiano con il settimo riferimento di giornata.

Roberto Merhi, ormai presenza costante nella parte alta della classifica, ha centrato l'ottavo tempo precedendo il duo del Charouz Racing con Louis Deletraz nono davanti ad Antonio Fuoco.

L'italiano ha ottenuto quale miglior tempo il crono di 1'41''750, pagando un gap di 1''3 dalla vetta, ed è stato protagonista di una escursione nella ghiaia alla Copse conclusa fortunatamente senza danni.

La sessione ha visto nei secondi finali l'uscita di pista di Gunther alla Maggots. Il tedesco della Arden ha perso improvvisamente il controllo della propria Dallara in ingresso curva ed ha sfiorato le barriere esterne riuscendo ad evitare il contatto grazie alla presenza della ghiaia.

Cla # Pilota Team Giri Tempo Gap Distacco Mph
1 8  George Russell   ART Grand Prix 19 1'40.410     211.210
2 5  Alexander Albon   DAMS 19 1'41.120 0.710 0.710 209.727
3 19  Lando Norris   Carlin 16 1'41.156 0.746 0.036 209.652
4 10  Ralph Boschung   MP Motorsport 18 1'41.291 0.881 0.135 209.372
5 7  Jack Aitken   ART Grand Prix 20 1'41.414 1.004 0.123 209.119
6 14  Luca Ghiotto   Campos Racing 20 1'41.457 1.047 0.043 209.030
7 18 Sérgio Sette   Carlin 16 1'41.514 1.104 0.057 208.913
8 9  Roberto Merhi   MP Motorsport 19 1'41.618 1.208 0.104 208.699
9 20  Louis Délétraz  Charouz Racing System 19 1'41.677 1.267 0.059 208.578
10 21  Antonio Fuoco  Charouz Racing System 18 1'41.750 1.340 0.073 208.428
11 1  Artem Markelov   RUSSIAN TIME 19 1'41.837 1.427 0.087 208.250
12 11 Maximilian Günther   Arden International 16 1'41.881 1.471 0.044 208.160
13 2 Tadasuke Makino   RUSSIAN TIME 16 1'42.007 1.597 0.126 207.903
14 16  Arjun Maini   Trident 20 1'42.088 1.678 0.081 207.738
15 3  Sean Gelael   Prema Powerteam 18 1'42.100 1.690 0.012 207.714
16 15  Roy Nissany   Campos Racing 19 1'42.205 1.795 0.105 207.500
17 4  Nick de Vries   Prema Powerteam 18 1'42.336 1.926 0.131 207.234
18 6  Nicholas Latifi   DAMS 5 1'42.392 1.982 0.056 207.121
19 17  Santino Ferrucci   Trident 20 1'42.416 2.006 0.024 207.073
20 12  Nirei Fukuzumi   Arden International 19 1'43.109 2.699 0.693 205.681