Georgette Polizzi a Seconda Vita, oltre la malattia il dramma del passato

Seconda Vita, Georgette Polizzi parla della mamma scomparsa quando era una bambina

Poco meno di due mesi fa Georgette Polizzi ha detto sì al suo fidanzato Davide Tresse e Gabriele Parpiglia aveva ripreso e condiviso alcuni magici momenti del matrimonio dei due ex concorrenti di Temptation Island: il 13 novembre la stylist rincontrerà di nuovo Parpiglia a Seconda Vita su Real Time, dove parlerà non solo della sua malattia – la sclerosi multipla – ma anche del suo doloroso passato. Un piccolo assaggio della toccante intervista è stato rilasciato in anteprima sulla pagina Instagram del programma da cui apprendiamo qualcosa in più sulla tragica morte della mamma della vicentina. Leggi anche:>> GEORGETTE POLIZZI E LA “BASTARDA” DA TENERE A FRENO: COME STA ANDANDO CON LA MALATTIA? Si sapeva che la Polizzi aveva perso la madre sin da piccola, ma solo adesso ha avuto il coraggio di confessare un retroscena inaudito:

“Mia madre ha avuto una morte terribile causata dal suo compagno. Per me è stato scioccante, il sangue era in ogni dove”.

Georgette Polizzi sulla malattia: prima la botta, poi la voglia di combattere con tutta la forza che ha

Impossibile non approfondire il discorso sulla malattia che l’ha colpita nel 2018, la sclerosi multipla, con cui Georgette e Davide convivono senza arrendersi. Il momento in cui fu chiara la diagnosi, però, è stato devastante: https://www.instagram.com/p/B4pYg6KIJTn/  

“Il mio corpo mi stava già abbandonando, mi abbracciavano e non sentivo più che mi toccavano… In corridoio i medici parlavano, ho sentito la parola Sla, poi sono arrivati da me con una carrozzina. Ho pensato che volevo ammazzarmi, mi sentivo uno schifo”.

Tanto era lo sgomento sui social che molti followers hanno pensato ad una trovata pubblicitaria mettendo in dubbio la sua malattia:

“C’è stata gente che ha scritto che era tutto inventato e finto, ho dovuto far vedere sui social la mia diagnosi, la cartella clinica con la diagnosi di sclerosi multipla”.

Foto@Kikapress