Georgia. Corte Europea blocca la cessione della tv d’opposizione

La Corte Europea dei Diritti Umani ha sospeso la decisione della giustizia georgiana di passare la proprietà della principale televisione d’opposizione del Paese nelle mani del magnate dei media Kibar Khalvashi, uomo vicino al governo di Tbilisi.

La televisione “Rustavi 2” è il principale canale d’opposizione georgiano. Una sentenza della Corte Suprema aveva dato il via libera all’acquisizione da parte di Khalvashi che ne era già stato coproprietario.

La decisione della Corte Europea è l’ultimo capitolo di una battaglia giudiziaria cominciata nel 2015 e nella quale Khalvashi accusa l’ex-Presidente Mikheil Saakashvili di averlo estromesso dalla proprietà del canale tv.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità