Georgia, disordini nella separatista Abkhazia, rischio polveriera

Georgia, disordini nella separatista Abkhazia, rischio polveriera

Sukhumi (Georgia), 10 gen. (askanews) – I manifestanti dell’opposizione assaltano gli uffici di Raul Khajimba, presidente dell’autoproclamata repubblica di Abkhazia, una minuscola regione separatista della Georgia la cui indipendenza è riconosciuta solo da alcuni paesi, in primis Mosca. La situazione è stata descritta come un “tentativo di colpo di stato” dall’amministrazione locale.

L’Abkhazia rischia di tornare ad essere una polveriera, riconosciuta a livello internazionale come parte della Georgia, benché la Russia la consideri come un paese separato – insieme con l’Ossezia del Sud – a seguito della guerra dell’agosto 2008 con Tbilisi. La Georgia e gli alleati occidentali hanno più volte condannato l'”occupazione” della Russia sul territorio.