Georgia, il governo festeggia i risultati delle amministrative

·1 minuto per la lettura

"Sogno georgiano", partito di governo in Georgia, festeggia i risultati positivi alla tornata di elezioni amministrative. Già dalla diffusione dei primi exit polls, la maggioranza ha portato all'incasso la vittoria a una consutazione che l'opposizione aveva presentato come un referendum sulla tenuta dell'esecutivo.

Il primo ministro Irakli Gharibashvili ha ringraziato "il popolpo georgiano", che gli ha permesso di vincere "per l'ottava volta".

Anche l'opposizione ha qualche motivo di soddisfazione, con il proprio esponente, Nika Melia, in buona posizione per conquistare la guida della capitale Tblisi. Dopo lo spoglio del 40 per cento delle schede tuttavia l'esito rimane incerto. Secondo Melia, se si vince a Tblisi cambieranno gli equilibri e si dovrà andare a elezioni politiche anticipate. Un passaggio indicato come un vero e proprio cambio di rotta: "Otterremo elezioni anticipate e le vinceremo, e grazie a questa vittoria l'ex presidente Mikheil Saakashvili sarà rilasciato dalla prigione".

L'ex capo dello stato, su cui pendeva un mandato di arresto per abuso di potere, è tornato alla vigilia del voto in Georgia, proprio con l'intenzione di dare visibilità e sostegno all'opposizione, venendo però immediatamente arrestato. Dal carcere l'ex presidente ha fatto sapere di non cercare incarichi o riconoscimenti, e ha confermato l'intenzione di battersi per quella che ha definito "una Georgia democratica".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli