Georgia, le elezioni dopo l'arresto dell'ex presidente Saakashvili

·1 minuto per la lettura

Seggi chiusi in Georgia dove si è votato per eleggere i sindaci e i deputati nelle Assemblee dei distretti locali.
La Commissione elettorale centrale ha assicurato che il voto si è svolto in maniera regolare nelle 64 città, inclusa la capitale Tbilisi, e negli oltre 3600 seggi in cui sono stati chiamati gli aventi diritto al voto, circa 3 milioni e mezzo di elettori georgiani.

Le elezioni si sono svolte dopo l’arresto dell’ex presidente Mikhail Saakashvili, avvenuto poco dopo il suo rientro in patria dall’Ucraina.
Saakashvili deve rispondere di corruzione.
Il presidente del partito governativo Sogno Georgiano, Kobakhidze, aveva accusato Saakashvili di essere rientrato in patria per tentare un colpo di Stato e causare confusione nel Paese in occasione del voto.

I sondaggi hanno mostrato che più della metà dell'elettorato nell'ex repubblica sovietica era indeciso prima delle elezioni in cui il partito al potere Sogno georgiano e il Movimento nazionale unito fondato da Saakashvili sono i principali contendenti.

Nessun risultato è stato annunciato due ore dopo la chiusura dei seggi. I risultati ufficiali completi sono attesi entro la giornata di domenica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli