Georgia: scontri a Batumi per l’arresto di sei conducenti che non hanno pagato una multa

Una multa per divieto di sosta, il rifiuto di pagarla, l’arresto da parte della polizia e la protesta che diventa violenta. È quanto avvenuto la scorsa notte a Batumi, nel sudest della Gerorgia.

Il corteo spontaneo era nato per protestare contro le forze dell’ordine che avevano fermato almeno sei uomini che non volevano pagare un’ammenda.

I manifestanti hanno tentato di prendere d’assalto un commissariato e hanno bruciato alcune vetture della polizia. Gli agenti, intervenuti in tenuta antisommossa, hanno utilizzato gas lacrimogeni e proiettili di gomma per disperdere la folla.

Quartanta persone sono state arrestate, mentre almeno trenta hanno dovuto far ricorso a cure mediche. Attivisti per i diritti umani hanno definito illegale l’arresto dei sei conducenti che comunque sono stati rilasciati.

Secondo l’opposizione georgiana a Batumi, dalla nomina del nuovo reponsabile

della polizia, gli agenti stanno elevando un numero esorbitante e ingiustificato

di multe.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità