Germania, Akk a congresso Cdu: se non mi volete me ne vado

Bea

Roma, 22 nov. (askanews) - Annegret Kramp-Karrenbauer, la leader in difficoltà del partito della cancelliera tedesca Angela Merkel, ha lanciato il guanto di sfida ai suoi detrattori affermando che si dimetterà se il congresso del partito in corso a Lipsia non la sosterrà. La 57enne nota con l'acronimo di AKK è reduce da un anno tempestoso alla guida dell'Unione cristiano-democratica, di cui ha ereditato la leadership dalla cancelliera al congresso dello scorso anno.

E oggi ha risposto per le rime ai mugugni e alle voci di ammutinamento che circolano tra i delegati. "Se siete del parere che la Germania che vogliamo non sia quella che voi volete... dovremmo dire la parola fine. Qui, ora, oggi" ha detto aprendo il congresso. "Essere qui come partito e dire che tutto quel che abbiamo fatto negli ultimi 14 anni è stato sbagliato non è una buona strategia elettorale" ha detto dal podio.

Parole rivolte soprattutto al suo principale oppositore interno, l'avvocato conservatore Friedrich Merz, 64 anni, battuto di stretta misura nella gara per la presidenza della Cdu lo scorso anno. Merz, delegato al congresso in corso, è tornato alla ribalta nelle ultime settimane quando ha descritto il governo di coalizione tra Cdu e socialdemocratici della Spd come "orrendo" e ha accusato Merkel di non essere una buona leader. (Segue)