Germania al voto, Boniver: già sento nostalgia del gigante Merkel

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 mar. (askanews) - "Dopo Merkel debbo dire che da cittadina italiana ed europea sentiamo già la nostalgia di un'importantissima leader politica quale è Angela Merkel, che ha giganteggiato letteralmente per un lungo periodo sul panorama politico europeo che non era esattamente popolato da giganti": così Margherita Boniver intervenendo al dibattito "La Germania verso il voto" - con le elezioni tedesche in programma il 26 settembre 2021 che decreteranno la fine dell'era politica merkeliana durata ben 16 anni - organizzato in diretta streaming su Zoom dalla Rappresentanza della Fondazione Konrad Adenauer in Italia, in collaborazione con la Fondazione Bettino Craxi, di cui l'ex ministra ed europarlamentare è presidente dal 2018.

"Vorrei soltanto ricordare una decisione che ha preso Angela Merkel che ha suscitato molto dibattito e anche molto disappunto ma che suscita e deve suscitare sempre una grande ammirazione, quando la cancelliera ha deciso dopo 4 o 5 anni di spaventosa guerra civile in Siria di dare rifugio a oltre un milione di profughi siriani. Questa è stata una decisione moralmente ineccepibile, che ha avuto palesemente anche dei risvolti non sempre positivi nel suo paese, ma che resta e resterà una parte molto importante del suo pensiero politico, del suo lascito politico", ha aggiunto Boniver.

Al dibattito, introdotto dal direttore della rappresentanza in Italia del Kas Nino Galetti e coordinato dalla corrispondente in Germania del Sole24ore Isabella Bufacchi, hanno partecipato Simone Grossner, direttrice del dipartimento Strategia della Cdu, partito di Merkel e Mario Barbi, direttore della rivista "Le Sfide".