Germania annuncia pacchetto sgravi da 65 miliardi contro inflazione

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 set. (askanews) - Il governo tedesco ha presentato un nuovo piano multimiliardario per aiutare le famiglie a far fronte all'aumento dei prezzi e ha spiegato di puntare ai profitti inaspettati dalle compagnie energetiche per aiutare a finanziare gli aiuti. Le imprese e i consumatori tedeschi stanno soffrendo per i prezzi altissimi dell'energia, mentre la più grande economia europea cerca di districarsi dalla dipendenza dalle forniture russe sulla scia dell'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca.

Le misure rapide per prepararsi alla prossima stagione fredda assicureranno che la Germania "supererà questo inverno", ha affermato il cancelliere Olaf Scholz alla presentazione del pacchetto da 65 miliardi di euro. L'ultimo accordo, che porta gli interventi totali a quasi 100 miliardi di euro dall'inizio della guerra in Ucraina, è stato presentato dalla coalizione a tre al governo tedesca dei socialdemocratici di Scholz, dei Verdi e del liberale FDP. Tra le misure principali ci sono pagamenti una tantum a milioni di pensionati vulnerabili e un piano per colpire i profitti imprevisti delle aziende energetiche.

L'ultimo pacchetto di aiuti del governo a 2 giorni di distanza dall'annuncio del gigante russo dell'energia Gazprom che ha dichiarato che sabato non avrebbe riavviato le consegne di gas tramite il gasdotto Nord Stream 1, come previsto dopo una manutenzione di tre giorni.

Il governo ha già preso "decisioni tempestive" per evitare una crisi invernale, ha detto Scholz, compreso il riempimento dei depositi di gas e il riavvio delle centrali a carbone. Ma le misure preventive, compresa la spinta a ridurre i consumi, hanno fatto poco per fermare un forte aumento delle bollette delle famiglie.

L'ultimo annuncio fa seguito a due precedenti pacchetti di sgravi per un totale di 30 miliardi di euro, che includevano una riduzione della tassa sulla benzina e un popolare biglietto del trasporto pubblico fortemente sovvenzionato. Ma con la scadenza di molte di queste misure alla fine di agosto e l'impennata dei prezzi al consumo, il governo ha subito pressioni per fornire nuovo sostegno.

L'inflazione è salita di nuovo al 7,9 per cento ad agosto, dopo essere scesa per due mesi consecutivi grazie alle precedenti misure di soccorso del governo. Si prevede che il decollo dei prezzi dell'energia spingerà l'inflazione in Germania a circa il 10 per cento entro la fine dell'anno, il tasso più alto degli ultimi decenni.

"Abbiamo quindi deciso di cambiare l'organizzazione del mercato in modo tale che questi profitti casuali non si verifichino più o che vengano scremati". Il taglio dei profitti straordinari creerebbe "un margine finanziario che dovrebbe essere utilizzato specificamente per alleviare l'onere per i consumatori in Europa", ha affermato il governo nel suo documento politico.

Il governo ha affermato che spingerà per l'attuazione della mossa in tutta l'Unione europea, prima di procedere con la misura da sola.

Lunedì Bruxelles aveva dichiarato di preparare un'azione "di emergenza" per riformare il mercato elettrico e riportare i prezzi sotto controllo. Scholz ha affermato di aspettarsi che l'UE "affronti rapidamente" la questione, aggiungendo che è "molto chiaro che abbiamo bisogno di rapidi cambiamenti in questo settore". 'Mai camminare da solo'

Ripetendo il suo mantra secondo cui i tedeschi "non cammineranno mai da soli" durante la crisi energetica, il cancelliere ha svelato una serie di misure, tra cui un pagamento una tantum di 300 euro a milioni di pensionati per aiutarli a coprire l'aumento delle bollette elettriche. Il governo punterà anche agli studenti con un trasferimento una tantum più piccolo di 200 euro e un pagamento delle spese di riscaldamento per le persone che ricevono sussidi per l'alloggio.

Berlino ha anche messo da parte 1,5 miliardi di euro per lavorare su un successore del popolarissimo biglietto mensile da nove euro sulle reti di trasporto locali e regionali.

Il pacchetto di aiuti nel suo insieme dovrebbe essere finanziato senza pianificare l'assunzione di ulteriori debiti, ha affermato il ministro Lindner.