Germania, ex ambasciatore Ue sospettato di essere spia per Cina -2-

Mos

Roma, 16 gen. (askanews) - La Procura federale tedesca ha confermato che sta indagando tre persone - il diplomatico e due altri esponenti della società di lobbying - e che sono state perquisite proprietà a Berlino, Bruxelles oltre che nel Baden-Wuerttemberg e in Baviera. Al momento non ci sono stati arresti.

Il South China Morning Post, dal canto suo, ha scritto che nell'inchiesta è implicato il ministero della Sicurezza di stato cinese, che gestisce il principale servizio di controspionaggio della Repubblica popolare.

Il diplomatico è sospettato di aver rivelato segreti industriali ai cinesi.