Germania, Gb, Polonia, Belgio e Francia: colonie Israele illegali

Dmo

Roma, 20 nov. (askanews) - "La nostra posizione sulla politica di insediamenti israeliani nei territori palestinesi occupati, inclusa Gerusalemme Est, è chiara e resta invariata": tutte le attività di insediamento sono illegali in base alla normativa internazionale ed erode la percorribilità della solizione dei due stati e le prospettive di una pace diratura, come riaffermato dalla risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite 2334. Chiediamo a Isreale di mettere fine a tutte le attività di insediamento in linea con i suoi obblighi come potenza di occupazione". Questo il contenuto della nota congiunta di Germania, Francia, Belgio Gran Bretagna e Polonia sulla decisione degli Stati Uniti sulle colonie israeliane in Cisgiordania.

"Rinnoviamo inoltre le nostre preoccupazioni per la chiamata alla possibile annessione di aree della Cisgiordania. Continueremo a sostenere la ripresa di un processo significativo verso la negoziazione della soluzione dei due stati, l'unica strada realistica e possibile per soddisfare le legittime aspirazioni di entrambe le parti".