Germania, inatteso calo disoccupazione a gennaio

·1 minuto per la lettura
Il logo dell'Ufficio federale del Lavoro a Holzkirchen, vicino Monaco

BERLINO (Reuters) - A gennaio in Germania la disoccupazione ha registrato una flessione, come mostrano i dati pubblicati oggi, segnale che gli incentivi del governo volti a evitare i licenziamenti stanno proteggendo il mercato del lavoro nella prima economia europea.

L'ufficio del lavoro ha reso noto che in Germania il numero di persone disoccupate è sceso di 41.000 unità in termini destagionalizzati, a 2,729 milioni. Un sondaggio Reuters aveva previsto un aumento di 6.000 unità.

"Il mercato del lavoro resta in condizioni solide a gennaio", ha detto Detlef Scheele, presidente dell'Agenzia federale per il lavoro in una nota. "Ma le misure imposte per contrastare la pandemia di coronavirus stanno lasciando il segno".

La Germania è in lockdown da metà dicembre nel tentativo di combattere la seconda ondata del virus.

Il tasso di disoccupazione è rimasto invariato rispetto al mese precedente al 6,0%.

L'Agenzia per il lavoro ha comunicato che circa 2,26 milioni di persone sono state impiegate a orario ridotto a novembre nell'ambito del programma governativo pensato per evitare licenziamenti di massa durante la crisi offrendo alle aziende dei sussidi.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)